Edizione 2017

 

PISA CHINESE FESTIVAL 2017 

VI EDIZIONE

30, 31 GENNAIO – 1, 2 FEBBRAIO

CINEMA LANTERI – CINAME ARSENALE

CALENDARIO DEGLI EVENTI

LUNEDÌ 30 GENNAIO – CINEMA LANTERI, Pisa

Ore 19.30: Cerimonia di apertura.

Alla cerimonia di apertura saranno presenti il prof. Alberto Di Minin direttore dell’Istituto Confucio della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, il dott. Airaldo Piva, A.D. di Hengdian Group Europe, e Andrea Ferrante, assessore alla Cultura del Comune di Pisa.

Ore 20.00: Comics Corner.

Presentazione con gli autori di Primavere e autunni di Ciaj Rocchi e Matteo Demonte (Edizioni BeccoGiallo). Durante la presentazione la graphic nobel sarà proiettata sul grande schermo del Cina Lanteri.

Ore 21.30 Proiezione 

Ocean Heaven – 海洋天堂 (sottotitoli in italiano)

Regia di Xue Xiaolu, Cina-Hong Kong, 96′

Con: Jet Li, Wen Zhang, Gwei Lun-mei.

MARTEDÌ 31 GENNAIO – CINEMA LANTERI, Pisa

Ore 19.30 Proiezione – Introduzione a cura di Silvia Calamandrei, direttrice del Chinese Corner della Biblioteca Archivio Piero Calamandrei di Montepulciano

Shower – 洗澡 (sottitoli in inglese)

Regia du Zhang Yang, Cina, 92′

con: Jiang Wu, Pu Quanxin, Zeng He, Zhu Xu, Lao Lin, Lao Wu, Zhang Jin Hao.

Ore 21.30 Proiezione 

Spring Subway – 開往春天的地鐵 (sottotitoli in inglese)

Regia di Zhang Yibai, Cina, 93′

con: Xu Jinglei, Geng Le, Wang Ning, Zhang Yang

 

 

MERCOLEDÌ 1 FEBBRAIO – CINEMA ARSENALE, Pisa

Ore 18.30 Proiezione

Cemento rosso – Come in cina costruiscono le città del futuro 

Regia: Giuliano Marrucci, Italia,

Documentario

Sarà presente l’autore, modera Danilo Soscia

Ore 21 Proiezione 

Taking father home – 背鸭子的男孩 (sottotitoli in inglese)

Regia di Ying Liang, Cina, 100′

con: Xu Yun, Liu Xiaopei, Wang Jie, Song Cijun

GIOVEDÌ 2 FEBBRAIO – CINEMA ARSENALE, Pisa

Ore 18.30 Proiezione

Generazione ’90 – Génération 90 (sottotitoli in italiano)

Regia di He Wenzhong, Francia-Cina, 85′

Documentario

Ore 21 Proiezione

Chun Tao. A woman for two – 春桃 (sottotitoli in italiano)

Regia di Ling Zifeng, Cina, 93′

con: Wen Chiang, Qian Ming Cao, Xiaoqing Liu

Dal 27 gennaio fino a tutta la durata del Festival presso il Cinema Arsenale sarà possibile visitare FADE AWAY mostra fotografica di Michele Palazzi. Un progetto fotografico che testimonia la metamorfosi dell’identità cinese: dal mantenimento delle antiche tradizioni rurali ai sogni e alle speranze delle nuove generazioni. Appunti visivi che si trasformano in un piccolo contributo all’identificazione della memoria collettiva dell’uomo. Il reportage fotografico racconta una delle province più povere della Cina, il Guizhou, dove le autorità stanno portando avanti “il più grande progetto di migrazione nella storia recente”. Due milioni di persone, per lo più di etnia Miao, che oggi vivono in montagne isolate, saranno agevolate, attraverso incentivi economici, ad essere riallocate in quartieri popolari urbani costruiti appositamente per accoglierle. Il programma di delocalizzazione, avviato nel 2012 e che dovrebbe terminare entro il 2020, potrebbe consentire agli abitanti dei villaggi di attenuare le loro condizioni di povertà, principalmente causate dal divario economico tra zone rurali e urbane.

Dal 30 gennaio fino alla conclusione del Festival nei locali del Cinema Lanteri saranno esposte alcune tavole della grapfhic novel Primavere e autunni di Ciaj Rocchi e Matteo Demonte (Edizioni BeccoGiallo).

Dal 12 al 15 febbraio 2018